Alimenti vivi: cibi per nutrire gli organi e fornire energia vitale

Scopriamo le numerose proprietà benefiche degli alimenti vivi, i cibi che forniscono la forza vitale che permette di svilupparci e crescere con più vigore.

Il nostro organismo è composto di cellule viventi, per cui è chiaro che queste cellule ricavano più nutrimento dagli alimenti vivi, le cui sostanze naturali e l’energia sono intatti.
E’ importante che gli alimenti non siano stati contaminati da processi artificiali, come la cottura e la conservazione. In questo caso parliamo di alimenti morti, che sono stati snaturati e privati della loro vitalità ed energia naturali. Infatti, l’organismo trae maggiori benefìci dagli alimenti semplici, più facili da digerire e che contengono più nutrienti.

Alimenti vivi - Germogli

Proprietà e benefìci degli alimenti vivi

  • Sono una fonte di sali minerali e vitamine;
  • contengono proteine nella giusta dose;
  • la percentuale di grassi è bassa;
  • sono ricchi di carboidrati complessi (amidi), che vengono bruciati lentamente dall’organismo e che danno molta energia;
  • contengono grandi quantità di liquidi, che servono a disintossicare l’organismo;
  • sono ricchi di fibre, soprattutto di quelle solubili, che facilitano l’abbassamento del colesterolo e liberano l’organismo dai metalli pesanti, come il cadmio ed il piombo;
  • forniscono nutrimento agli organi;
  • rivitalizzano le cellule;
  • procurano energia e vigore;
  • rendono più ricco il sangue;
  • rinvigoriscono il sistema immunitario;
  • rallentano il processo di invecchiamento;
  • regolano il peso corporeo.

Alimenti vivi - Alghe

Alimenti vivi e alimenti morti

Abbiamo visto che gli alimenti morti sono tali per via della cottura e della conservazione. Quindi gli alimenti crudi sono considerati vivi e rappresentano i componenti per una dieta sana e vitale. Un sano approccio per una ideale dieta basata sugli alimenti crudi è rivolto per l’80% verso i cibi crudi e per il 20% verso quelli cotti.
Gli alimenti morti, troppo cotti o conservati, come pure i cibi trattati con sostanze chimiche artificiali e con conservanti, sono meno salutari della frutta e della verdura al naturale non conservate e non contengono altrettanti nutrienti ed energia vitale.
Infatti, i procedimenti della bollitura e della cottura al forno od al vapore riducono i princìpi nutritivi di gran parte degli alimenti. C’è da dire, comunque, che la cottura al vapore è migliore della bollitura o della frittura e che è bene cucinare i cibi con una temperatura molto bassa.

Le verdure crude contengono circa dieci volte più sostanze nutritive rispetto alle verdure cotte, in quanto la perdita dei nutrienti con la cottura è stimata in misura dell’85%. Inoltre, mangiare troppi alimenti cotti ed impoveriti di enzimi, procura l’esaurimento della riserva enzimatica naturale del nostro organismo, quella che aiuta la digestione.
Un ulteriore vantaggio che gli alimenti vivi procurano al nostro organismo è prodotto dal bisogno di quantità ridotte per saziare il suo appetito e per fornirlo di quantità sufficienti per soddisfare i bisogni energetici. Chi adotta questo tipo di dieta sarà in grado di mangiare porzioni più piccole e, nello stesso tempo, di avvertire maggiori energie e vivacità. Per cui, il consumo di cibi crudi faciliterà la perdita di peso in eccesso in modo naturale.

Alimenti vivi - Legumi

Alimenti vivi ed enzimi

Una componente importante degli alimenti vivi, soprattutto se crudi, è data dagli enzimi. Questi si attivano quando inizia la masticazione e rappresentano la condizione necessaria per il giusto assorbimento dei cibi.
Tutte le attività fisiologiche del nostro organismo sono dipendenti dagli enzimi, sostanze che provocano le reazioni chimiche indispensabili alla vita: attivano la digestione, le difese immunitarie, la disintossicazione e tutti i processi rigenerativi e metabolici. Se gli enzimi sono di qualità, maggiore è l’energia e la vitalità presente nel nostro corpo.

Gli alimenti vivi sono da preferire

Non occorre che tutta la nostra dieta consista in frutta e verdura cruda, ma questo rimane un sano concetto di base che deve far riflettere. Le nostre scelte dipendono dalle decisioni su cosa vogliamo mangiare per stare bene ed in salute.
Preferire alimenti più sani e più semplici è importante per renderci più responsabili verso noi stessi e per avere rispetto per il nostro corpo.
Ci può aiutare anche il costante aumento della disponibilità e della qualità degli alimenti naturali per avere la possibilità di usufruire dei molti benefìci che offrono e di assimilare e mescolare, alla nostra, l’energia in esse contenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.