Fitonutrienti: sostanze vegetali dalle incredibili proprietà benefiche

Cosa sono i fitonutrienti, dove si trovano, funzioni e benefìci, come vengono classificati, quali sono i più importanti ed i rischi che comporta una loro carenza.

Cosa sono i fitonutrienti

Si chiamano anche fitochimici e sono sostanze organiche naturali (phyto in greco significa “pianta”) estremamente benefiche per il nostro organismo, perché possiedono proprietà salutari ed energetiche.
Sono presenti negli alimenti di origine vegetale, come verdura e frutta. Sono componenti non vitaminici e non minerali, alcuni danno sapori, altri odori ed altri ancora colori forti, e sono fondamentali per il mantenimento in buona salute del nostro corpo.

I fitonutrienti sono prodotti dalle piante per favorire il loro sviluppo e per difendersi dalle malattie e dai danni cellulari. La presenza di queste sostanze nutrienti conferisce i colori, anche vivaci alla verdura ed alla frutta, che sono sinonimi specifici di salute e benessere.
Possiamo classificarli come micronutrienti, sono più di 30mila, ma circa 5mila sono conosciuti ed il resto è ancora da identificare.
Sono molto ricchi di fitonutrienti le verdure crucifere (broccoli, cavoli, cavolfiori, verze), frutta, aglio, cipolle, cereali integrali, legumi, tè verde, vino.

Fitonutrienti - Verdure crucifere

Funzioni e benefìci dei fitonutrienti

  • Rafforzano il sistema immunitario.
  • Possiedono proprietà antinfiammatorie ed antibatteriche.
  • Svolgono un’azione antiossidante, combattendo i radicali liberi, responsabili dei danni alle cellule e dell’invecchiamento precoce.
  • Prevengono il diffondersi di cellule tumorali.
  • Aiutano a regolare la pressione alta del sangue ed a prevenire le malattie cardiache.
  • In campo vegetale hanno compiti di protezione delle piante (luce solare, ossidazione, malattie) e conferiscono loro sapore e colore.

Categorie di fitonutrienti

Carotenoidi

Sono pigmenti organici presenti in una grande varietà di vegetali di colore giallo, arancione, rosso e verde: arance, pomodori, peperoni, zucca, carote, albicocche, prugne, anguria, melone, cachi, mango, papaya, patate dolci ed anche alghe.
I carotenoidi proteggono le piante dai danni del sole e servono anche ad attirare gli uccelli e gli insetti, che sono indispensabili per trasportare il polline.

Queste sostanze funzionano da antiossidanti, combattendo i radicali liberi, potenziando il sistema immunitario e stimolando la produzione di enzimi con effetto disintossicante. E’ per questo che gli alimenti ricchi di carotenoidi contrastano gli effetti dell’invecchiamento e ci proteggono dall’insorgenza di molti tumori (colon, stomaco, polmoni, prostata, vescica, mammelle, cervice uterina, pelle).
Sono anche in grado di diminuire i rischi inerenti alle malattie cardiache, alla cataratta ed alla degenerazione maculare. Inoltre, proteggono gli occhi e la pelle dai raggi ultravioletti.
Finora gli scienziati ne hanno identificati circa 600, e più di 50 sono contenuti negli alimenti che consumiamo regolarmente.

Fitonutrienti - Tè verde

I carotenoidi più importanti sono il carotene, il licopene, la luteina e la zeaxantina.

Carotene

E’ presente in due forme, l’alfa ed il beta; il beta-carotene è quello più diffuso in natura.
Sia l’alfa che il beta sono provitamine A: ciò significa che l’organismo può trasformarli in vitamina A. Questa è utile al buon funzionamento del sistema immunitario ed a preservare la salute degli occhi
Carote e zucche e, in genere, gli alimenti arancioni e gialli, sono ricchi di alfa e beta-carotene.

Licopene

E’ noto per svolgere un’azione antitumorale della prostata ed è presente in anguria, pompelmo rosa, pomodoro, ai quali dà il colore rosa o rosso.

Luteina

E’ molto utile per proteggere dalla cataratta e per preservare la retina dalla degenerazione maculare dovuta all’età. Ha proprietà antiossidanti e combatte i radicali liberi. Si trova in broccoli, cavoli, fagiolini, piselli, zucchine, spinaci, pomodori e tè verde.

Zeaxantina

Come la luteina, protegge la retina dell’occhio. E’ contenuta in granturco, cavoli e spinaci.

Fitoestrogeni

Sono estrogeni delle piante. Si tratta di sostanze chimiche naturali che si trovano soprattutto nei prodotti a base di soia, nei cereali integrali, nei semi ed in alcuni tipi di frutta e verdura. Giocano un ruolo molto importante nella prevenzione dei tumori ormonali, come quelli della prostata e della mammella. Sono di aiuto anche per prevenire l’osteoporosi e le malattie cardiovascolari.

I più importanti fitoestrogeni sono gli isoflavoni ed i lignani.

Isoflavoni

Sono presenti soprattutto nei fagioli di soia, nel tofu, nei semi di soia arrostiti, nel miso; ed ancora in cereali integrali, fave, ceci, lenticchie, finocchi. Contribuiscono soprattutto ad abbassare il livello del colesterolo, riducendo il rischio di malattie cardiache, ed a ridurre il rischio di tumori ormonali (seno e prostata).

Lignani

Riducono i livelli di colesterolo, il rischio di contrarre patologie cardiovascolari e prevengono alcuni tipi di cancro come quello del colon, della pelle e della prostata.
Ne sono ricchi semi di lino, noci, cereali integrali, broccoli, carote, cavoli, fragole, frutti di bosco.

Fitonutrienti - Cereali

Polifenoli

Sono costituiti da 5.000 molecole organiche, presenti in molti vegetali. Fra gli alimenti che li contengono ci sono soprattutto tè nero e verde, frutta secca, frutti di bosco, spezie, soia, caffè, cacao e vini rossi.
Agiscono come antiossidanti, eliminando i radicali liberi, ed hanno azione antinfiammatoria ed antiallergica. Inoltre, sono efficaci per combattere le malattie cardiovascolari, della senescenza e per fermare la crescita dei tumori.

I polifenoli più conosciuti sono i flavonoidi, in particolare antocianine, catechine, quercetina e tannini.

Antocianine o antociani

Possiedono straordinarie qualità antiossidanti ed antinfiammatorie. Hanno un ruolo chiave nel neutralizzare i danni causati alle cellule ed ai tessuti dai radicali liberi. Inoltre irrobustiscono la parete dei vasi capillari promuovendo la produzione di collagene, il materiale che compone i tessuti. E poi favoriscono la vasodilatazione ed inibiscono l’aggregazione delle piastrine, prevenendo la formazione di trombi, con un effetto simile a quello dell’aspirina. Bacche e vino rosso sono ricchi di antocianine.

Catechine

Sono antiossidanti con poteri ancora più efficaci delle vitamine C ed E. Aiutano a prevenire le mutazioni cellulari ed a disattivare numerosi agenti cancerogeni, così come rallentano la crescita delle cellule neoplastiche ed inibiscono la proliferazione dei vasi sanguigni, di cui i tumori hanno bisogno per svilupparsi. Sono presenti soprattutto nel cacao, tè verde e vino.

Quercetina

Ha proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, è utile per combattere allergie, aterosclerosi, morbo di Alzheimer, psoriasi, artrite, riduce i rischi di malattie cardiovascolari, previene il cancro.
Sono ricchi di quercetina: tè verde, broccoli, capperi, cipolle rosse, levistico, mirtilli, agrumi, mele, olive, sedano, propoli, uva rossa e vino rosso.

Tannini

Sono presenti in melograno, lampone, fragole, uva rossa, melanzane e noci. Svolgono azione astringente, antinfiammatoria, antiossidante ed antitumorale; inoltre, regolano la pressione del sangue, aiutano ad eliminare le placche nelle arterie e combattono il diabete di tipo 2.

Fitonutrienti - Legumi

Allisolfuri

Riducono il colesterolo, rendono più fluido il sangue contro la formazione di trombi e ripuliscono l’organismo dalle tossine. Sono presenti soprattutto in cipolla, aglio, porro e scalogno.

Clorofilla

E’ il pigmento che dà il colore verde alla maggior parte dei vegetali. Le sue molecole sono necessarie per il processo della fotosintesi, grazie alla quale la luce viene trasformata in energia.
Ha proprietà antiossidanti e le sue fonti naturali sono le verdure dal colore verde vivo come cavolo, lattuga, prezzemolo, spinaci, verze.

Curcumina

E’ presente nella curcuma, una pianta officinale ed alimentare, parente dello zenzero, alla quale dà il colore giallo caratteristico.
La curcumina ha diverse proprietà benefiche: previene e cura l’Alzheimer, combatte contro le cellule tumorali ed il cancro (bocca, fegato, colon, stomaco). E’ un antiossidante ed antinfiammatorio, regola il livello di colesterolo e protegge il sistema cardiovascolare.

Fitosteroli

Sono composti presenti soprattutto nella soia, ma anche nelle altre leguminose, nei semi di lino e nelle noci, ed anche in cavolfiori, broccoli, cetrioli, cereali integrali.
Svolgono una funzione importante contro il colesterolo ed un’azione di contrasto contro il cancro al colon.

Glucosinati

Possiedono proprietà antitumorali (colon, prostata, polmoni, mammella), rafforzano il sistema immunitario ed intervengono nei processi di depurazione dell’organismo. Sono presenti soprattutto in cavoli, broccoli, rape, verze, ravanelli, crescione, senape, mostarda.

Resveratrolo

E’ capace di ridurre il rischio di patologie cardiache in quanto possiede proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti. L’uva ed il vino rosso sono le fonti più conosciute di resveratrolo. E’ presente anche nel cacao, nei mirtilli e nelle arachidi.

Saponine

Sono composti glicosidici contenuti in molte piante. Alcune saponine possiedono proprietà cicatrizzanti (liquirizia), antiedemigene (ippocastano) ed antinfiammatorie. Sono presenti nella liquirizia, nel ginseng, nella quinoa, nei legumi ed in cipolla ed aglio.

Terpeni

Sono molto diffusi in natura (oli essenziali) e vengono utilizzati nell’industria dei profumi e della cosmetica. Sono prodotti anche dalla pianta della Cannabis (aromaterapia rilassante). Svolgono azione antiossidante, antibatterica, antidepressiva ed antidolorifica, oltre che di protezione dei tessuti dei polmoni.
Si trovano in particolare nella buccia degli agrumi e nell’uva.

Vanilloidi

Il più conosciuto vanalloide antiossidante è la capsaicina, principio attivo che genera il piccante del pepe nero e del peperoncino.

Fitonutrienti - Uva e vino rosso

Carenza di fitonutrienti

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda il consumo di 400 grammi di verdura e frutta ogni giorno, ma recenti studi hanno appurato che nel mondo solo 3 adulti su 4 seguono questi consigli. In questo modo si crea uno squilibrio fra quello che mangiamo e le esigenze alimentari del nostro organismo.
La carenza di fitonutrienti produce una situazione di precarietà della nostra salute e si rischia di andare incontro a diverse patologie croniche come malattie cardiache, obesità, osteoporosi, invecchiamento precoce, tumori.

In conclusione, è accertato che i fitonutrienti sono indispensabili per il benessere del nostro organismo, per cui la loro assunzione è fortemente consigliata. Nell’ambito di un’alimentazione sana ed equilibrata, occorre mangiare, non solo buone quantità di frutta e verdura (soprattutto quelle di stagione), ma anche più varietà possibili di esse e di colori diversi (le colorazioni sono conferite dai vari tipi di fitonutrienti).
Dunque, dobbiamo impegnarci per seguire un’alimentazione ricca di nutrienti vegetali, consumando più verdura, frutta, noci, legumi, cereali, tè verde e nero e, ogni tanto, un buon bicchiere di vino rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.